Bavosa galletto (Corypohblennius galerita)

PhylumChordata
OrdinePerciformes
Famigliablennidae
GenereCoryphoblennius, Norman, 1943.
E' un genere monotipo, presente nei nostri mari. Deve il suo mone (dal greco: ciò che mostra l'elmo) ad una appendice cutanea dietro gli occhi al centro della testa seguita da altre (da 3 a 6) più piccole. Altre differenze sono: la continuazione del labbro superiore a forma di piccola escrescenza ( da entrambi i lati), oltre all'alta mobilità dei denti.
Speciegalerita
Classificazione(Linnaeus), 1758
Nome latinoCoryphoblennius galerita.
Sinonimi latiniBlennius galerita, L., 1758; Blennius montagui, Fleming, 1828; Blennius artedi, Valenciennes, 1836; Coryphoblennius galerita, Bonarescu, 1964. Ruppel applicò il nome di Blennius macropteryx a stadi giovanili, ritenendola, a torto, una specie diversa.
Nome comuneBavosa galletto.
Nomi dialettaliViene confusa con altre specie di blennidae.
Sinonimi italiani
Nome ingleseClimbing blenny.
Sinonimi inglesiAnphibian blenny.
PinneD: XII-XIII, 16-17; A: II, 17-18; P: 12; pelviche: I,3; C: 12.
DentiSulla mascella da 40 a 65, piccoli e fitti, più un canino, grosso e ricurvo, per lato; sulla mandibola: da 25 a 45 denti più un canino per parte.
Linea laterale
TagliaAl massimo 8,5 cm.
DistribuzioneDiffusa nel Mediterraneo e nei nostri mari. Il Lythgoe la dà rara nel Mditerraneo e presente nell'Atlantico nord orientale, dalla Guinea all'Irlanda meridiovale. L'individuo nella foto proviene dalle nostre acque.
DescrizioneAppendici sulla testa come descritte nel genere; alcuni tentacoli nasali brevi e frangiati sono presenti (Tortonese, 1975), negati dal Bini (1968); è un blennide dal corpo notevolmente allungato, rapporto altezza:lunghezza = 1:7 circa, non alto, compresso, con pinna dorsale profondamente indentata.
Gli stadi giovanili hanno amplissime pinne pettorali. Il colore di fondo è grigio brunastro con 7-8 fascie verticali più scure ( specialmente nei giovani esemplari) con numerose macchietta o lievi linee e punti bianchi; il lobo formato lateralmente dalle labbra può essere rosso o bianco o giallo o anche rosa arancio. colorazione complessiva più chiara nelle femmine.
AbitudiniAbitante dell'ambiente litorale, si arrampica sugli scogli emersi nutrendosi degli amatissimi Balanidi, agendo sulle pinne pari di particolare robustezza. Date le sue abitudini anfibie è anche munita di vasi sanguigni sul capo per facilitarne la respirazione esterna, nonchè di particolari caratteristiche strutturali interne.
HabitatScogliera.
AlimentazioneEssenzialmente Balanidi ( Chthamalus stellatus, Balanus belanus, Balanus crenatus .......) al caso anche qualche piccolo crostaceo.
RiproduzioneMesi estivi.
Adattabilità acquarioCon molta attenzione alle loro abitudini alimentari possono adattarsi bene. E' opportuno fornire qualche roccetta emersa date le loro abitudini "peripatetiche".
Fonti tassonomicheAntonio Gori
Fonte fotograficaFerdinando Quaranta