Galletto (Ophidium barbatum)

PhylumChordata
OrdinePerciformes
FamigliaOphidiidae
GenereOphidion
Speciebarbatum
ClassificazioneLinnaeus, 1758
Nome latinoOphidion barbatum
Sinonimi latini
Nome comuneGalletto
Nomi dialettaliAbruzzo: Ancrucere; Campania: Cicelle 'e ciglie; Liguria: Scignua; Marche: Galeotto; Romagna: Galeot; Sicilia: Lucetta; Venezia: Galeotto, galiota, galiotto.
Sinonimi italianinon rilevati.
Nome ingleseSnake blenny.
Sinonimi inglesiCusk-eel
PinneD: 125-140; A: 115-120; pelviche: 2
DentiPluriseriati su 4-5 serie irregolari, piccoli, acuti, presenti anche sul vomere e palatini. Branchiospine: 7-11.
Linea laterale
TagliaMedia 20-25 cm.; massimo 30 cm.
DistribuzionePresente nel Mediterraneo occidentale lato nord, compreso l'Adriatico, anche Atlantico orientale dall'Inghilterra al Marocco e al Senegal.
DescrizioneCorpo allungato, molto compresso, di altezza pressochè uniforme, con un rapporto altezza:lunghezza = 1:7,5 circa; squame assenti sul capo e sull'estremo anteriore del corpo; mandibola più breve della mascella; opercolo senza spina; pinne ventrali come un lungo barbiglio bifido. Il colore è superiormente bruno chiaro o giallastro rosato/marrone, inferiormente biancastro; iride argentea. Tutt'attorno alle pinne dorsali e anali vi è un'orlatura nera.
AbitudiniSpecie bentonica che permane sul fondo da pochi metri fino a 150 circa; d'estate gli adulti sono più vicini alla costa.
HabitatFango, sabbia, posidonia.
AlimentazioneOrganismi animali bentonici.
RiproduzioneDa luglio a ottobre; uova sferiche galleggianti, riunite in ammassi gelatinosi.
Adattabilità acquarioNessuna informazione acquariologica.
Fonti tassonomicheAntonio Gori
Fonte fotograficaFerdinando Quaranta