Ghiozzo geniporo (Gobius geniporus)

PhylumChordata
OrdinePerciformes
FamigliaGobidae
GenereGobius
Speciegeniporus
ClassificazioneValenciennes,1837
Nome latinoGobius geniporus
Sinonimi latiniGobius (macrogobius) geniporus, De Buen, 1930; Gobius arenae, Bath, 1972.
Nome comuneGhiozzo geniporo
Nomi dialettaliNon ne esistono, normalmente viene confusa con altre specie.
Sinonimi italiani
Nome ingleseWhite goby.
Sinonimi inglesiBig pale goby.
PinneDI: VI; D2, 12-13; A: I, 11-12; C: 16; P: 17; disco pelvico: I, 5.
DentiPluriseriati, forti, robusti, all'indietro particolarmente quelli della prima fila.
Linea laterale53-56 squame (Tortonese. 1975); da 50 a 55 (Lythgoe, 1957 )
TagliaLunghezza media 12 cm. eccezionalmente 16 cm.; i maschi sono più grossi.
DistribuzioneSolo Mediterraneo (fonte FishBase)
DescrizioneCorpo slanciato con rapporto .altezza:lunghezza = 1:5, ricoperto di piccole squame ctenoidi; testa piuttosto larga, labbra carnose e mandibola un pò prominente; alcune serie di genipori, visibili ;ad ocohio nudo, sullle "guancie"; Colore bruno chiaro com macchie, marmoreggiatura e punti nerastri e bianchi; una serie di macchie abbastanza grandi lungo i fianchi; pinne dorsali e codale percorse da macchiette brune regolarmente disposte e meno intense; pupilla verde con cerChio esterno rosso. E' privo come i congeneri di vescica natatoria.
AbitudiniPoco conosciute ( e controverse); Si può però trovare anche in pochi m. d'acqua.
HabitatFondi sabbiosi frammisti a posidonie e scogli.
AlimentazioneSi suppone simile alle specie congeneri.
RiproduzioneNon si hanno notizie certe, Miller: aprile-maggio (per le Puglie).
Adattabilità acquarioBuona adattabilità come le specie della famiglia.
Fonti tassonomicheAntonio Gori
Fonte fotograficaFerdinando Quaranta