Grongo (Conger conger)

PhylumChordata
OrdinePerciformes
FamigliaCongridae
GenereConger
Specieconger
Classificazione(Linnaeus), 1758
Nome latinoConger conger
Sinonimi latiniMuraena conger, Linneo, 1758; Muraena nigra, Risso, 1810; Echeilus macropterus, Rafinesque, 1810; Conger verus, Risso, 1826; Conger vulgaris, Yarrel, 1831; Congrus vulgaris, Lowe, 1837; Conger rubescens, Ranzani, 1840; Conger simulatus, Facciolà, 1913; Conger conger, Svetovidov, 1964.
Nome comuneGrongo.
Nomi dialettaliAbruzzo: Gruonco, ruonco, vronco, gronghe; Calabria: Gruonche, ruonche, rungu, grongu, arungo, groncu; Campania: Gruongo, ruongo, ruonco, ruonco 'e scoglio, ruonco d'arena, ruonco 'e fango; Lazio: Gronco; Puglia: Gruonco, gruonche, ruonco, ruonche, capocaccia, crongu, guenche, gruenchele, grueng; Sardegna: Grongu, grongu magalleri, luxenti, salixi, salixi biancu, salixi de scogliu; Sicilia: Grungu, grungu de petra, rungu, gruncu, grunghiddu, cimirri, cirimirri, ciccimurri, butticanali, runcu de fangu, runcu de niuru, rubcu du rocca, grungu niuru; Veneto: Gronco.
Sinonimi italiani
Nome ingleseConger eel.
Sinonimi inglesiConger, sea eel eve eel, boot lace (j.), rabble (j.).
PinnePinne dorsali e anali si saldano formando una falsa coda; P: 17/19; V inesistenti come in tutti gli altri anguilliformi.
DentiIn entrambe le mascelle una fila esterna di grandi denti incisivi e una fila più interna, laterale, di piccoli denti conici, acuti; denti conici sul vomere.
Linea laterale44-47 pori preanali, 6 pettorali, 1 sopratemporale ( Bauchot e Saldanha, 1968).
TagliaFino a 2,5 m. eccezionalmente fino a 3, con circa 70 Kg. di peso. I maschi sono usualmente più piccoli delle femmine.
DistribuzioneSpecie presente lungo le coste del Nord Est Atlantico, Mediterraneo, ovest Mar Nero, Costa africana fino al Senegal.
DescrizioneCorpo serpentiforme un pò compresso anteriormente e nella sezione post anale. Capo lievemente depresso; muso piuttosto prominente. Bocca con frangia labiale accentuata; occhio piccolo con ampio spazio interoculare; narici anteriori sull'estremità del muso, a forma di corti tubicini, mentre le posteriori a forma di foro, anteriormente vicine all'occhio. Il colore è grigio/marrone, più o meno scuro, pori della linea laterale biancastri. Pinne anali e dorsali con bordo nero.
AbitudiniE' specie bentonica dotata di grande vitalità.
HabitatIn fondo roccioso, fangoso o sabbioso, dalla superficie a circa 1000 m.
AlimentazionePesci, crostacei e cefalopodi. Molto vorace.
RiproduzioneIn estate, da 3 a 8 milioni di uova. Le larve hanno un lungo periodo di vita; i giovani crescono molto rapidamente.
Adattabilità acquarioVive benissimo in acquario.
Fonti tassonomicheAntonio Gori
Fonte fotograficaFerdinando Quaranta