Latterino capoccione (Atherina -hepsetia- boyeri)

PhylumChordata
OrdinePerciformes
FamigliaAtherinidae
GenereAtherina
Specieboyeri
ClassificazioneRisso, 1810
Nome latinoAtherina (hepsetia) boyeri
Sinonimi latiniAtherina mochon, Cuvier, 1829; Atherina rissoi, Cuvier e Valenciennes, 1835; Atherina lacustris, bonaparte, 1836; Atherina hyalosoma, Cocco, 1845; Atherina bonapartei, Boulenger, 1907 (si osservi come il nome A. lacustris confermi la variabilità di habitat della specie dovuta alla sua amplissima eurialinità).
Nome comuneLatterino capoccione.
Nomi dialettaliAbruzzo: Agurette, cicineje, cicinelle, 'cchialone, lattarone nguarelle, occhialone; Calabria: Curunedda, testazza; Campania: Capoccione, lagone, lavone alicino, lavone capochiatto; Lazio: Alicetta, lattarino; Liguria: Aggion, cabason, capassun, cheunau, occioun; Marche: Anguele, anguelle, acquadella, lattarino; Puglia: Curnale, curnale capechiatte, grugnale, grugnaletto, grugnali, minoscia, Romagna: Latterin; Sardegna: Lattarinu, muscioli, muscione,muscioni bocca a bentu, muscioni connaru, muscioni di mari, segretu, sicretu; Sicilia: Carinella, corinedda, curunedda lattarina, curunedda mazzaruta, lattarina, mazzoia, mazzarotta, menusa, muccu; Toscana: Crognola; Veneto: Agonada, aguadella, anguela.
Sinonimi italiani
Nome ingleseSilverside.
Sinonimi inglesiAtherine, Boyer' sandsmelt, Boyer' silverside, sandsmelt, Boyer' smelt.
Pinne1°D: VI-IX (più frequentemente. vii-VIII, 2°D: I, 8-14 ( di solito 10-12); A: I,11-17 (solitamente 12-14 per Tortonese), I, (12) 13-15 (18) per Quignard e Pras; C: 17; P: 15; Pelviche: I-5. Branchiospine: 21-38.
DentiMinuti, acuminati, su mascelle vomere e palatini.
Linea laterale41-49 squame, per Bini 55-58 (la linea laterale è difficilmente evidenziabile).
TagliaCm. 15 come massimo (forse più: per il Mediterraneo Bini, FAO 1965, riporta 18 cm.), media da 10 a 13 cm., 7-9 per Quignard e Pras.
DistribuzionePresente in tutto il Mediterraneo e Mar Nero, in Atlantico dal sud della Spagna al Marocco e isola di Madera. Popolazioni isolate sulle coste inglesi e olandesi.
DescrizioneBocca notevolmente obliqua e muso corto; due pinne dorsali; corpo affusolato coperto da squame cicloidi molto facili da staccarsi. Colore caratterizzato da una fascia argentea lungo i fianchi (da cui l'inglese "silversides", "fianchi d'argento"), dorso grigio verdastro con puntini neri, ventre bianco latte, Pinne più o meno trasparenti. I pesci di laguna hanno il dorso sul marrone o grigio/marrone.
AbitudiniSpecie altamente gregaria (si può incontrare in banchi grandissimi); molto comune lungo le coste. E' notevolmente eurialino, vive anche in lagune (Comacchio, Lesina, Orbetello ecc,) e laghi (specialmente in Italia centrale: Albano, Bolsena, Bracciano...). Vive per due o tre anni.
HabitatPredilige le acque del fondo fangoso o terroso, ma lo si incontra anche lungo spiagge ciottolose e in vicinanza di coste a bassa profondità su fondi rocciosi nel periodo estivo.
AlimentazioneCrostacei planctonici, larve di pesci e, al caso, insetti acquatici.
RiproduzioneDa maggio ad agosto. Uova demerse, di colore giallo arancio, con filamenti per aderire alla vegetazione del fondo.
Adattabilità acquarioStudi hanno dimostrato la possibilità di allevare latterini fino alla deposizione delle uova, ma non si tratta di acquariologia a livello di hobby.
Fonti tassonomicheAntonio Gori
Fonte fotograficaFerdinando Quaranta