Scorfano rosso (Scorpaena scrofa)

PhylumChordata
OrdinePerciformes
FamigliaScorpaenidi
GenereScorpena
Speciescrofa
ClassificazioneLinnaeus, 1758
Nome latinoScorpaena scrofa
Sinonimi latiniScorpaena barbata, Lacépède,1802; Scorpaena lutea, Risso, 1810; Scorpaena strofina, Valenciennes, 1833.
Nome comuneScorfano rosso.
Nomi dialettaliAbruzzo: scarpina; Calabria: cipudda, scoffina, sconfina; Campania: scorfane ‘e funnale, scorfane russe; Lazio: cappone; Liguria: cappone, capoun, cappun, pescio cappoun; Marche: scarpena rossa, scarpina rossa; Puglia: Ròcana scorfanu, rofana, scorfane russe de fanghe, scrofola rossa, scrofu; Romagna: scarpina, scorfano; Sardegna: cappone; Sicilia: cipudda, cipuddazza, cipuddazza di petri, cipuddi, cipuddu, scrofanu russu; Toscana: cappone; Veneto: scarpena, scarpena rossa, scrupoli, scorpena di sassi, scorpena rossa.
Sinonimi italianiScorfano maggiore, scorpena maggiore.
Nome ingleseRed scorpionfish.
Sinonimi inglesiGropper, sea scorpion, large scaled scorpionfish. scorpionfish.
PinneD: XI-XII, 9-10; A: III,5-6; P: 18-20 (solitamente 19); C: 4,10-11,4; Pelviche:1,5. brNchiospine : 14-17.
DentiSuperiori villiformi in 4-5 serie; inferiori villiformi in 3-4 serie; altri sul vomero e palatini.
Linea laterale35-40 squame (Tortonese, 1975; 35-45, Bini, 1968; circa 45, Peronaci, 1969).
TagliaDai 20 ai 50 cm. massimo; fino ai 55 cm. per Soljan, nell’Adriatico. Peso Kg. 2 e anche più (Peronaci).
DistribuzioneFamiglia ampiamente distribuita in tutti i mari del mondo.
DescrizioneCorpo tozzo (rapporto altezza:lunghezza = 1:3,4), testa grossa; numerose appendici cutanee più o meno frastagliate sparse sul capo e mandibole, che costituiscono un facile mezzo di identificazione in quanto la scorpena nera e lo scorfanotto ne sono del tutto privi. Manca, come le altre specie congeneri, la vescica natatoria.
Due spine preorbitali brevi ed ottuse, sul preopercolo altre 3 o 4 ed infine altre due almeno sull’opercolo.
Per quanto riguarda la colorazione predominano toni rossi, arancio e giallo con bande e macchie brune e nere; le sfumature della colorazione sono comunque molto variabili da individuo a individuo. Pesce molto mimetico può procurare dolorose punture con le sue spine opercolari e dorsali secretici di veleno, comunque molto meno dolorose e pericolose di quelle inferte dalle specie del genere Tracina.
AbitudiniComune lungo le coste mediterranee e dell’atlantico orientale fino alla Scandinavia, è d’indole solitaria.
HabitatFondali rocciosi e fangosi dai 20 ai 200 m. e più.
AlimentazionePiccoli pesci, molluschi e crostacei.
RiproduzioneDa maggio ad agosto; le uova sono galleggianti in masse mucose e, secondo il Bini, sono molto più grosse di quelle della scorpena nera. Tortonese, al contrario, fornisce i seguenti dati: Scorpena nera diametro uova mm. 0,92-1 per 0,82-0,84; Scorpena rossa, diametro uova mm. 0,88-0,90 per 0,68-0,74.
Adattabilità acquarioVive perfettamente a suo agio dove riesce anche a riprodursi.
Fonti tassonomicheAntonio Gori
Fonte fotograficaFerdinando Quaranta