Tordo verde (Symphodus -Crenilabrus- roissali)

PhylumChordata
OrdinePerciformes
FamigliaLabridae
GenereSymphodus (molti AA. raggruppano il genere con il Crenilabrus)
Specieroissali
Classificazione(Risso), 1810
Nome latinoSymphodus/Crenilabrus roissali
Sinonimi latiniLutjanus roissali, Risso, 1810; Lutjanus albarti, Risso, 1810; Crenilabrus tigrinus, Risso, 1826; Labrus aeroginosus, Pallas, 1831; Crenilabrus roissali, Gourret, 1893; Crenilabrus roissali, var. tigrinus, Gourret, 1893; Crenilabrus roissali var. quinquemaculatus, Gourret, 1893; Crenilabrus quinquemaculatus, Dieuzeide e coll., !955; Symphodus quinquemaculatus, Lozano Rey, 1952; Symphodus roissali, Quignard, 1966.
Nome comuneTordo verde
Nomi dialettaliE' confuso con gli altri labridi; Bini (1968) riporta, per le Marche: "Smerlacchia".
Sinonimi italiani
Nome ingleseFive spotted wrasse.
Sinonimi inglesiNel mondo inglese gli individui del genere presenti, sono anche noti collettivamente come: Bollach, conner, gunner, rock bream, rock fish, rock salmon, tench, nonchè, più localmente, old maid e rock perch, termini tutti che possono ingenerare non poche difficoltà nel lettore se non accompagnati dal nome scientifico latino, essendo comuni, in tutto o in parte, a specie di famiglie magari lontanissime dal punto di vista della sistematica.
PinneD: XIV.XVI, 8-10 (Tortonese, 1975); XIV-XV, 9 (Bini, 1968); A: III 8-10 (Tortonese); VIII, 9 (Bini); C: 13-14; P: 13; V: I,5. Branchiospine: 12-15.
DentiSuperiormente da 12 a 15 con i due centrali più grandi e molto prominenti; sulla mandibola: da 10 a 16.
Linea laterale30-35
TagliaLunghezza media da 8 a 12 cm., massima fino a circa 17.
DistribuzioneAtlantico orientale: Golfo di Guascogna a Gibilterra includendo il Mediterraneo e il Mar Nero (fonte FishBase).
DescrizioneCorpo molto alto con rapporto altezza:lunghezza = 1:3,2 circa; muso breve; 4 serie di squame sulle "guancie"; numero dei pori cefalici variabile;Livrea primaria (femminile); variabile fra il verde e il bruno chiaro e il giallastro, con ventre argenteo e svariate macchie marroni o più scure; papilla urogenitale grande e nera. Livrea secondaria (maschile): marrone rossastro, con strisce longitudinali verdi o giallastre, con macchie scure che possono anche formare bande verticali; sul capo, scuro, possono esservi linee rosse, verdi o più chiare; pinna multicolori; iride verde con cerchio rosso, papilla genitale piccola e bianca. sono costanti sia per le femmine che per i maschi, alcune macchie nere alla base della pinna dorsale; esistono anche altre macchie sul peduncolo codale o sull'opercolo, ma non sono costanti.
AbitudiniMolto comune, vive in pochi metri di fondo; sitrova spesso adagiata su un fianco, con la vigilanza molto allentata.
HabitatCosta rocciosa, sassosa, praterie a posidonia, a zoostere...
AlimentazioneMolluschi, crostacei, anellidi....
RiproduzioneSi riproduce in primavera, anche fino alla prima estate. Fa nidi con alghe e sabbia.
Adattabilità acquarioSembra trovarsi a suo completo agio, come quasi tutti i labridi.
Fonti tassonomicheAntonio Gori
Fonte fotograficaFerdinando Quaranta